ESTENSIONI FOGNARIE A FORTE DEI MARMI, VIA AI LAVORI

Informazioni
Data aggiornamento pagina: 13-06-2024 alle ore : 15:52:20
Contatore visite: 225 hits

Inizieranno a settembre, dopo la pausa estiva, i lavori di estensione fognaria e sostituzione della rete idrica di GAIA S.p.A. nella zona di Roma Imperiale, nel Comune di Forte dei Marmi. L’intervento, suddiviso in diversi lotti di esecuzione, prevede un budget importante, pari a oltre 3 milioni euro e ha come obiettivi la realizzazione di 5.70 km di nuova rete fognaria a gravità, 0.5 km di nuova rete fognaria in pressione e 2 nuovi impianti di sollevamento. Ad essere servite dalle nuove infrastrutture saranno 370 nuove utenze. 

“Roma imperiale avrà finalmente un primo importante tratto di fognatura – affermano il sindaco Bruno Murzi e il consigliere delegato all’Ambiente Enrico Ghiselli - Si tratta di un intervento atteso da anni che comincerà finalmente a risolvere una mancanza di sistema fognario che ha sempre creato problematiche data la presenza di vasche imhoff che possono potenzialmente creare dispersioni in caso di usura. Un passaggio fondamentale per la salubrità e la tutela ambientale di tutta la zona a cui siamo arrivati grazie ad un lungo e complesso percorso condiviso insieme a Gaia. Per noi questa rappresenta un’opera prioritaria, la nostra intenzione è quella di mettere tutto il Paese in linea con le reti fognarie bianche e nere.”

" Procediamo con le opere che migliorano il servizio offerto in tutto il territorio gestito. - ha dichiarato il presidente di GAIA, Vincenzo Colle -  Non ci tiriamo indietro anche rispetto a interventi più complessi e che richiedono investimenti importanti, come quello a Roma Imperiale, nel Comune di Forte dei Marmi. GAIA è accanto alle amministrazioni e ai cittadini per rispondere ai bisogni della comunità e per potenziare le infrastrutture gestite, anche al fine di renderle sempre più resilienti per il futuro."

Contestualmente a questi interventi verranno sostituiti 3.80 km di rete acquedotto e ribaltati sulle nuove condotte gli allacci idrici già esistenti; permettendo così un maggior risparmio nei tempi di esecuzione e un minor costo dei lavori.

Il progetto si prefigge il compito di incrementare il volume d’acqua da trattare presso gli impianti di depurazione, completare le reti già esistenti e migliorare in generale la qualità delle acque che recapitano poi in mare, contribuendo a migliorare la qualità delle acque della costa.

Per quanto riguarda la parte acquedotto invece verranno sostituite le vecchie condotte e apposte saracinesche su punti strategici della rete per consentire di ottimizzare i flussi e ridurre le perdite.

Per quanto riguarda le tempistiche, si stima un’esecuzione dei lavori pari a 180 giorni per la parte idraulica più altri 25 per l’esecuzione del tappeto di usura. A questi potrebbero sommarsi ulteriori sospensioni per l’assestamento complessivo delle opere.

Le utenze saranno debitamente contattate in anticipo dai tecnici incaricati al fine di concordare, mediante sopralluogo, il posizionamento dell’allaccio fognario.

Stampa