CAMAIORE: RISTRUTTURATO L'IMPIANTO DI PRIMO MULINO

Informazioni
Contenuto pubblicato il 09-02-2021 alle ore 15:27:26 - Contatore visite :113 hits
Di recente GAIA ha completato i lavori di manutenzione straordinaria presso l'impianto di sollevamento di Primo Mulino, nel Comune di Camaiore. La funzione dell'impianto è quella di rifornire d'acqua il serbatoio di Olci Montebello, che alimenta l'intera frazione collinare di Montebello e le abitazioni nei dintorni. L'intervento, che ha previsto un investimento di circa 12.500 euro, è servito a ottimizzare il funzionamento dell'impianto e a riorganizzarlo per rendere più agevoli e veloci future operazioni di ripristino in caso di guasti.

"L'impegno del Gestore è rivolto ai piccoli come ai grandi impianti, perseguiamo l'obiettivo di migliorare i processi a garanzia della continuità nell'erogazione dell'acqua al rubinetto. GAIA gestisce quasi 300 impianti di sollevamento, per il cui funzionamento è necessario energia elettrica, manutenzione e sorveglianza. " ha dichiarato il presidente di GAIA, Vincenzo Colle.

 "Mi complimento - dichiara l'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Camaiore Marcello Pierucci - per i lavori di Gaia. Auspico che in futuro ci siano interventi anche sul deposito perché non è in ottime condizioni e ci arrivano delle segnalazioni."

L'impianto di Primo Mulino è costituito da un  sistema che permette di prelevare  l'acqua da una tubazione e sollevarla  tramite un “impianto di sollevamento idrico” con l'impiego di apposite elettropompe al serbatoio cittadino, per poi immetterla nella rete idrica dell’abitato per l’alimentazione delle utenze.

I tecnici di GAIA impegnati nell'intervento hanno realizzato un nuovo alloggiamento per le pompe verticali, ora contenute in un vano costruito ad hoc e facilmente accessibile: questo permetterà da ora in poi agli operativi del Gestore Idrico, in caso di guasti alle pompe, di poter intervenire tempestivamente senza dover più ricorrere all'utilizzo di grandi gru o di altri particolari mezzi. È stato inoltre realizzato un secondo vano per il contenimento di tutta la parte elettrica di automazione e della periferica del telecontrollo, con lo scopo di facilitare l'attività di monitoraggio costante svolta dagli ingegneri di GAIA adibiti al telecontrollo delle reti e degli impianti.

Stampa