Massa: informazioni sul Clostridium

Informazioni
Contenuto pubblicato il 11-02-2021 alle ore 22:50:25 - Contatore visite :10828 hits
COMUNICATO DI VENERDI 19 FEBBRAIO - Nell'ottica di un ulteriore approfondimento GAIA ha commissionato, ad un laboratorio esterno accreditato, ulteriori analisi specialistiche, che hanno ricercato e certificato l'assenza di salmonella specie e stafilococchi patogeni nei campionamenti effettuati nei punti  di ingresso e uscita del serbatoio di Ischignano e presso la fontana pubblica di via Prado. Queste analisi sono state effettuate in linea con le previsioni del D.Lgs. 31/2001 che, in caso di presenza di parametri indicatori di conformità, come il clostridium perfrigens, prevede ulteriori ricerche al fine di escludere eventuali criticità. Le analisi hanno escluso in maniera chiara l'esistenza anche di queste problematiche, confermando quanto già previsto dal Gestore sulla base dell'osservazione dei processi di disinfezione eseguiti, della presenza di cloro-residuo in tutti i campionamenti eseguiti sia da USL che da Gaia, e della contemporanea assenza dei parametri microbiologici previsti nella parte del decreto che definisce gli indicatori di potabilità: escherichia coli ed enterococchi. In ogni caso, è bene ricordare che, come escherichia coli e enterococchi, il Clostridium non era mai stato riscontrato nella rete di distribuzione cittadina.
Il Clostridium perfringens, come spiegato anche nei giorni scorsi, è un batterio che può presentarsi nelle acque superficiali o di sorgente carsica, come appunto sono le Sorgenti grandi del Cartaro, dopo eventi meteorologici intensi. Periodicamente ricercato dalle analisi batteriologiche di routine sulle acque potabili del Cartaro (l'ultima analisi effettuata da GAIA risale al 2 febbraio) finora non era mai stato rilevato. Tale contaminazione, che le analisi eseguite da Usl e GAIA non hanno trovato nella rete di distribuzione, pertanto è da ritenersi un evento di carattere eccezionale, che il Gestore ha fronteggiato agendo nei tempi più rapidi possibili, con azioni volte ad arginare la problematica e limitare i disagi alla popolazione.
 
Lavorando in continuo contatto con Amministrazione Comunale e Usl, per risolvere nell'immediato l'emergenza, come prima azione il Gestore idrico ha provveduto ad escludere dalla distribuzione, già nella giornata di giovedì 12, le sorgenti Grandi Cartaro, che essendo di natura carsica, presentavano la maggior probabilità di contaminazione. Contemporaneamente sono stati eseguiti numerosi campionamenti sia sulle sorgenti e i serbatoi di Ischignano, sia in più punti dell'acquedotto. Queste analisi hanno confermato la presenza del batterio Clostridium nelle sorgenti Grandi Cartaro, già escluse dalla distribuzione, e nei punti di prelievo in ingresso e in uscita delle vasche 1 e 2 dei serbatoi di Ischignano in maniera residuale, mentre nella rete di distribuzione cittadina non è stato mai rilevato nulla, grazie proprio alla ottima copertura di cloro-residuo presente nell'acqua.
Pertanto, come seconda azione, non appena noti i risultati analitici, il Gestore il giorno 13 ha provveduto ad effettuare le manovre di esclusione dei serbatoi 1 e 2 di Ischignano dove era stata riscontrata la presenza del batterio.
Le nuove analisi di Usl, effettuate lunedi mattina e ripetute dalla stessa GAIA, hanno verificato ovunque il ripristino delle condizioni di conformità alla vigente normativa sulle acque potabili e dunque l'efficacia delle manovre eseguite, consentendo la revoca dell'ordinanza.
 
Per il futuro sono previste azioni preventive per scongiurare il ripetersi dell'evento, che resta un fenomeno di carattere eccezionale.
 
I tecnici di GAIA stanno lavorando per modificare alcuni circuiti idraulici che possano permettere di riattivare il potabilizzatore del Cartaro e poter trattare l'acqua delle sorgenti grandi senza immetterle in rete. La possibilità di scaricare le acque dopo l'ultimo stadio di filtrazione permetterà quindi di poter eseguire prove di funzionalità e di conformità attuando, al fine di ridurre i tempi di ripristino, una preclorazione ad alto dosaggio dell'acqua in ingresso al potabilizzatore, prima della sua reimmissione in rete. L'eccesso di cloro sarà completamente eliminato con il passaggio attraverso i filtri a carboni attivi, di cui è dotato l'impianto; tale pretrattamento, ridondante rispetto alla linea di potabilizzazione in essere, potrà essere attuato per maggiore sicurezza anche durante il normale funzionamento dell'impianto.
Prima della rimessa in servizio delle sorgenti Grandi Cartaro, del potabilizzatore e dei serbatoi di Ischignano, il Gestore chiederà alla USL i campionamenti di controllo per certificarne la sicurezza. Inoltre, sempre per garantire un più elevato livello di sicurezza, in caso di eventi meteorici intensi associati ad elevati livelli di torbidità in ingresso al potabilizzatore (la torbidità sia in ingresso al potabilizzatore che in uscita è monitorata in continuo) si procederà alla esclusione preventiva dalla distribuzione delle Sorgenti Grandi, fino a che non sarà accertata l’assenza di inquinamento. Infine il Gestore sta valutando alcune azioni e investimenti relativi all'architettura  dell'acquedotto di Massa che potranno consentire di affrontare eventuali straordinarie situazioni come quella verificatasi nei giorni scorsi.
 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
COMUNICATI DEI GIORNI PRECEDENTI
 
COMUNICATO DI MARTEDI 16 FEBBRAIO - E' stata revocata stasera 16 febbraio l'ordinanza di non potabilità in parte del Comune di Massa.
 
COMUNICATO DI DOMENICA 14 FEBBRAIO - Si è svolto stamani, domenica 14 febbraio, il terzo incontro tra GAIA, Comune e Usl, convocato per discutere i risultati delle ulteriori analisi effettuate dal Gestore idrico nella giornata di ieri, 13 febbraio. Gli esiti di questi esami hanno confermato l'assenza del batterio Clostridium perfringens nella rete di distribuzione cittadina. Le analisi sono state svolte nel rispetto della normativa vigente dal laboratorio interno del Gestore idrico, che ha campionato a più riprese nell'arco della giornata di ieri (mattina presto, tarda mattinata e pomeriggio) serbatoi, sorgenti e la rete cittadina. Anche il campione effettuato su Via Prado, che aveva necessitato di ulteriori ore di verifica per la conferma del risultato, non ha riscontrato criticità.
 
Ricordiamo che il batterio Clostridium perfringens è stato individuato nelle sorgenti Cartaro più grandi e in due delle vasche del serbatoio di Ischignano che sono state escluse dall'alimentazione. L'esclusione materiale delle fonti di inquinamento, insieme agli esiti delle analisi in rete del 12 e del 13 febbraio, confermano una condizione di sicurezza delle acque potabili distribuite, essendo la rete cittadina attualmente alimentata unicamente dalle sorgenti più piccole e dal terzo serbatoio di Ischignano, le cui analisi non hanno mai evidenziato tracce di batterio, oltre che dai pozzi della pianura. L'amministrazione comunale e la usl hanno preso atto delle spiegazioni del Gestore e dei certificati di analisi prodotti.
Fino a che l'ordinanza resterà in vigore, restano confermate le misure descritte per l'utilizzo dell'acqua al rubinetto, che può essere utilizzata per fini alimentari solo previa bollitura di 15 minuti, e senza bollitura per l'utilizzo di elettrodomestici, per la pulizia della casa e per l'igiene della persona, ad eccezione dell'igiene orale.
Il servizio di approvvigionamento alternativo con autobotte verrà mantenuto da GAIA, nelle modalità e negli orari già trasmessi, fino a che l'ordinanza non verrà revocata.
 
COMUNICATO DI SABATO 13 FEBBRAIO
Nuovo incontro stamani tra Gestore idrico GAIA, Usl e l'Amministrazione comunale di Massa: GAIA ha aggiornato gli enti circa le misure immediatamente adottate con l'obiettivo di superare la criticità dovuta alla presenza del batterio Clostridium perfringens riscontrato nei serbatoi di Ischignano. Le azioni intraprese sono ritenute dal Gestore già risolutive della problematica e propedeutiche alla revoca dell'ordinanza, per la quale si attendono a questo punto gli esiti delle ulteriori analisi.
Le ultime analisi condotte da GAIA hanno confermato l'assenza del batterio nella rete di distribuzione cittadina: i campionamenti ripetuti ieri, condotti su Piazza Garibaldi, Casette e Mirteto (quest'ultima fuori dall'aria interessata per massima prudenza), non hanno individuato la presenza del Clostridium. Il campione effettuato su Via Prado necessita di ulteriori 24 ore per la conferma del risultato in laboratorio, sebbene ci si attenda un esito tranquillizzante, anche visti i risultati dell'analisi del giorno prima, nello stesso punto, che non hanno evidenziato criticità. Altre analisi del Gestore continuano ad essere ripetute in queste ore su tutti i punti di prelievo. E' bene comunque confermare che anche nei giorni scorsi il batterio non è mai stato trovato nell'acqua distribuita dalla rete cittadina, ma solo al serbatoio di Ischignano.
Il batterio Clostridium perfringens- che, ricordiamo, si presenta nelle acque superficiali o di sorgente carsica, dopo eventi meteorologici intensi- è stato invece ritrovato nelle sorgenti Cartaro più grandi, provenienti da percorsi carsici, e in uno dei tre serbatoi di GAIA presenti a Ischignano: le sorgenti contaminate e due serbatoi (quello con criticità più quello di riserva) sono stati immediatamente esclusi dall'alimentazione dell'acquedotto. Restano incluse nell'alimentazione le sorgenti più piccole, dove le specifiche analisi condotte non hanno evidenziato la presenza del batterio, e il terzo serbatoio di Ischignano, poiché anche qui le analisi non hanno trovato traccia di Clostridium e ritenuto sufficiente al funzionamento dell'acquedotto,visto il drastico calo della portata in arrivo al Cartaro, ridotta da circa 160 litri al secondo a 40.
L'esclusione materiali delle sorgenti contaminate e dei due serbatoi, insieme all'evidenza dell'assenza del batterio nella rete di distribuzione dell'acquedotto in città, mettono in sicurezza la qualità dell'acqua erogata. Sicurezza ancora più confermata dal fatto che è sempre presente un'ampia copertura di disinfettante (il clororesiduo nell'acqua è sempre ai livelli massimi) e che sono completamente assenti ovunque, come sempre, i batteri di chiaro indice di inquinamento batteriologico come gli escherichia coli, che sono quelli che richiedono l'emissione dell'ordinanza di non potabilità.
Domani, domenica 14 febbraio, è convocato un ulteriore incontro tra GAIA, Usl e Amministrazione comunale per nuovi aggiornamenti circa gli esiti delle analisi condotte oggi.
 
COMUNICATO DI VENERDI 12 FEBBRAIO
In relazione all'ordinanza di non potabilità tuttora in vigore in parte del territorio di Massa, il Gestore idrico GAIA S.p.A. specifica che sta facendo tutto quanto è necessario per superare al più presto la criticità rilevata. Come specificato nella comunicazione sui social, pubblicata nella tarda serata di ieri, il clostridium perfringens è un batterio e si presenta nelle acque superficiali o di sorgente carsica dopo eventi meteorologici intensi.
Le analisi fin qui eseguite dal Gestore, i cui tecnici lavorando fino a tarda notte, hanno comunque escluso la presenza del batterio nella rete cittadina, rilevandolo solo nel serbatoio di Ischignano. La presenza di questo batterio non corrisponde automaticamente alla presenza di elementi patogeni, che saranno oggetto di indagini e approfondimenti che GAIA sta eseguendo. L'ordinanza è stata richiesta da usl per un principio di massima precauzione.
Sui serbatoi, sulle sorgenti e su tutti i punti di prelievo in rete si stanno svolgento ulteriori analisi di monitoraggio da parte del Gestore, i cui esiti saranno disponibili nella giornata di domani, per i tempi di tecnici richiesti dal tipo di esame che richiedono circa 21 ore per l'emissione dei risultati.
GAIA specifica che l'impianto di potabilizzazione del Cartaro è correttamente funzionante, ben presidiato e con un idoneo sistema di disinfenzione e non ha riscontrato alcun malfunzionamento. GAIA è in contatto con Amministrazione di Massa e Usl per organizzare una azione comune. Tutti gli aggiornamenti verranno trasmessi nel più breve tempo possibile e con la massima trasparenza.
 
Vai alla galleria di immagini di facebook con le ZONE INTERESSATE DALL'ORDINANZA>> https://bit.ly/3dfdHbs
 
 
Posizionamento cisterne (attive fino al 16/02/2021):
 (per visualizzare la cartina con l'indicazione del posizionamento delle cisterne vai al link>> https://bit.ly/2MXpgcE)
 
CISTERNA N° 1
Casette ore 08:00
Caglieglia ore 08:30
Il Santo ore 09:15
Canevara Via Antona Vecchia ore 09:45
Massa Venturini Parcheggio ore 10:30
Massa Piazza Felice Palma ore 11:15
Via Marina Vecchia davanti OVS ore 12:00
Via del Patriota ore 12:45
Via Bastione ore 13:30
P.zza Mercurio ore 14:15
Casette ore 15:15
Caglieglia ore 15:45
Il Santo ore 16:30
Canevara Via Antona Vecchia ore 17:00
Massa Venturini Parcheggio ore 17:45
Massa Piazza Felice Palma ore 18:30
Via Marina Vecchia davanti OVS ore 19:15
Via del Patriota ore 20:00
Via Bastione ore 20:45
P.zza Mercurio ore 21:30
 
CISTERNA N° 2
Via Roma c/o Poste Italiane ore 08:00
Viale Stazione c/o Gaia ore 08:45
Via Ferdinando Martini Parcheggio ore 09:30
Via Pietro Pellegrini Penny Market ore 10:15
Via della Repubblica Cimitero ore 11:00
Via Aurelia Via Papino ore 11:45
Via San Remigio Parcheggio ore 12:30
Via Roma c/o Poste Italiane ore 13:15
Viale Stazione c/o Gaia ore 14:00
Via Ferdinando Martini Parcheggio ore 15:00
Via Pietro Pellegrini Penny Market ore 16:15
Via della Repubblica Cimitero ore 17:00
Via Aurelia Via Papino ore 17:45
Via San Remigio Parcheggio ore 18:30
Via Roma c/o Poste Italiane ore 19:15
Viale Stazione c/o Gaia ore 20:00
Via Ferdinando Martini Parcheggio ore 20:45
Via Pietro Pellegrini Penny Market ore 21:30
Via della Repubblica Cimitero ore 22:15
 
CISTERNA N° 3
Via XXIV Maggio Parcheggio ore 08:00
Via Mura della Rinchiostra Nord Parcheggio ore 09:00
Via Donne Partigiane Parcheggio ore 10:00
Via della Repubblica 5 Vie ore 11:00
Via del Bozzo Sud ore 12:00
Via XXIV Maggio Parcheggio ore 08:00
Via Mura della Rinchiostra Nord Parcheggio ore 09:00
Via Donne Partigiane Parcheggio ore 10:00
Via della Repubblica 5 Vie ore 11:00
Via del Bozzo Sud ore 12:00
Via XXIV Maggio Parcheggio ore 13:00
Via Mura della Rinchiostra Nord Parcheggio ore 14:00
Via Donne Partigiane Parcheggio ore 15:00
Via della Repubblica 5 Vie ore 16:00
Via del Bozzo Sud ore 17:00
Via XXIV Maggio Parcheggio ore 18:00
Via Mura della Rinchiostra Nord Parcheggio ore 19:00
Via Donne Partigiane Parcheggio ore 20:00
Via della Repubblica 5 Vie ore 21:00
Via del Bozzo Sud ore 22:00
 
Modalità di utilizzo dell'acqua nella zona interessata dalla non potabilità a Massa:
 
Raccomandazioni Tavola disegno 1

Stampa