Archivio delle news provenienti dalla società G.A.I.A. S.P.A

NUOVA CENTRALE OPERATIVA PER GAIA S.p.A.

Meno imprevisti e più controllo di tutte le attività legate all'erogazione dell'acqua, alla fognatura e alla depurazione. E' attiva da oggi una nuova centrale operativa, in grado di monitorare costantemente le reti e gli impianti di GAIA S.p.A., raccordandosi con le funzioni di telecontrollo e telecomando degli impianti.

La nuova centrale operativa, con sede a Tonfano in via Donizetti, è stata inaugurata stamani alla presenza del presidente di Confservizi Cispel Toscana, Alfredo De Girolamo, del presidente del Consiglio Comunale di Pietrasanta, Paola Brizzolari e del presidente di GAIA S.p.A., Vincenzo Colle.

La centrale è composta da 10 dipendenti GAIA coordinati dall'ing. Severino Borrini e supervisionati dall'ing. Francesco Di Martino.I visitatori hanno osservato le videate sui monitor che restituiscono, in tempo reale, i dati ottenuti dal sistema che telecontrolla la rete acquedottistica, la rete di fognatura, gli impianti di produzione, sollevamento e depurazione.

 "La centrale non smista solo segnali e alert su malfunzionamenti in corso, ma ha l'obiettivo -ben più complesso- di prevenire l'insorgere di guasti e criticità prima del loro verificarsi, in modo da scongiurare emergenze e disservizi, come mancanza d'acqua o l'attivarsi anomalo del bypass dei depuratori. - Ha dichiarato il presidente di GAIA Vincenzo Colle -  Gli ingegneri impiegati all'interno della Centrale Operativa costituiscono un nucleo di innovazione e sviluppo per la nostra Società, essendo in grado non solo di "leggere" il dato proveniente dal sistema, ma anche di "tradurlo" in azione: attraverso le simulazioni sulle conseguenze di determinati eventi osservati, infatti, possono attivare una serie di procedure per annullare o arginare gli effetti negativi degli stessi nella vita reale. Salutiamo con soddisfazione questo nuovo sistema che ci permette di implementare nel nostro lavoro una componente importante di tecnologia avanzata."

Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana ha dichiarato: “L’entrata in funzione della centrale operativa di Gaia Spa rappresenta un grande passo avanti nella direzione della qualità tecnica del servizio e in quella dell’innovazione tecnologica e della digitalizzazione dei processi, seguendo l’input dell’autorità di regolazione nazionale (Arera), che da alcuni anni sta spingendo i gestori a migliorare la qualità dei servizi erogati agli utenti. La centrale di controllo consentirà di monitorare le attività di reti ed impianti, gestendo in tempo reale inconvenienti e criticità, prevenendo quindi guasti e disservizi, come interruzioni nell’erogazione dell’acqua e malfunzionamenti dei depuratori. Gaia raggiunge questi risultati con una scelta di innovazione tecnologica e gestionale importante, basata sulla gestione integrata ed avanzata dei dati, in quel processo di digitalizzazione ormai al centro degli sviluppi industriali contemporanei (industria 4.0). Viene utilizzato un nuovo sistema di controllo che integra dati del telecontrollo e telecomando, elabora le informazioni e dispone le azioni correttive, migliorando qualitativamente il lavoro degli ingegneri che monitorano questo sistema,  consentendo al management di capire meglio le criticità e superarle. Gaia così si pone all’avanguardia dei processi innovativi gestionali del servizio idrico, contribuendo così alla crescita ed alla evoluzione tecnologica di tutto il settore”.

L'opera di prevenzione della centrale operativa è svolta grazie all'analisi dei dati ottenuti dalla strumentazione presente in centrale: il sistema di controllo, supervisione ed acquisizione dati si chiama SCADA (dall'inglese "Supervisory Control And Data Acquisition", cioè "controllo di supervisione e acquisizione dati") . Il sistema può comandare pompe e serbatoi e, in caso di allarme, attivare le squadre di operativi, attraverso l'invio di alert, fornendo, grazie ai dati archiviati, informazioni sul tipo di impianto e di intervento richiesto. Tra le funzionalità del sistema c'è anche la creazione di archivi dei dati riguardanti la conduzione degli impianti e la consultazione dei trend dei dati. 

GAIA S.p.A. gestisce i servizi idrici in un territorio che comprende gran parte dei Comuni della Provincia di Lucca (Garfagnana, Media Valle del Serchio, Versilia), tre Comuni della Val di Lima in Provincia di Pistoia e i Comuni della Provincia di Massa (tranne Zeri).

L’area si estende su 46 Comuni, per un totale di 2.594 Kmq, in cui si contano 430 mila abitanti (dati Istat 2014) e circa 254.014 Utenti.

GAIA gestisce centinaia di impianti: oltre 1.100 punti di approvvigionamento di acqua potabile tra sorgenti, pozzi e prese di acqua superficiale, 1.137 serbatoi, 276 pompaggi acquedotto, 5.240 km di tubazioni, 1.070 sistemi fognari con 414 stazioni di sollevamento e 23 impianti di depurazione con potenzialità maggiore di 2.000 abitanti equivalenti.

 

taglio nastro centrale operativa

centrale operativa foto 2

Stampa